Allarme perimetrale: cos’è e come funziona

0

L’allarme perimetrale permette, attraverso sensori e altri elementi, di sentirsi sicuri anche quando si è presenti in casa.

La casa, si sa, è l’ambiente in cui, probabilmente, ci sentiamo più sicuri e protetti. Ma le cronache quotidiane che riportano un aumento esponenziale dei furti nelle abitazioni e nei luoghi di lavoro ci spingono a sentirci sempre meno sicuri, anche tra le nostre amate mura domestiche.

Ecco perché mi piacerebbe parlarti di come proteggere la tua casa anche quando ci sei tu all’interno. L’allarme perimetrale è un sistema antintrusione non invasivo che si installa e si attiva in casa tua non solo quando non ci sei, ma anche per proteggerti dall’instrusione dei ladri quando sei in casa.

Scopriamo insieme come funziona e quanto è efficace un allarme perimetrale antintrusione.

Perché avere un allarme perimetrale in casa

Quando entro in casa di un potenziale cliente per fare un preventivo, la frase che mi sento dire più spesso è: “Qui non c’è niente da rubare.”

Ma se la percezione delle persone è di non aver più molto in casa di valore, perché si dovrebbe installare un antifurto?

Semplicemente perché è aumentata tantissimo la paura di trovarci qualcuno ai piedi del letto, mentre siamo in casa nostra, nel nostro ambiente, nella nostra tranquillità.

Tutti noi abbiamo paura di sentirci violati nella nostra casa, perché i ladri non sanno cosa abbiamo in casa e potrebbero tentare di intrufolarsi mentre ci siamo anche noi!

Ecco perché dobbiamo sentirci protetti in ogni momento.

Il mio obiettivo è quello di proporre alle persone un sistema di antintrusione capace di farle sentire al sicuro in ogni angolo della propria abitazione.

Il sistema di allarme perimetrale serve proprio a questo: rende sicuro ogni angolo della casa, soprattutto quando si è presenti, durante il giorno e la notte.

Una volta, solitamente, si installavano gli impianti “puramente” antifurto: sensori di movimento che venivano installati in ogni stanza della casa. Il sistema veniva quindi acceso solo quando si andava via da casa, per paura di subire un furto.

Oggi le cose sono un po’ cambiate, i ladri entrano tranquillamente anche di giorno, anche se tu dovessi trovarti in casa. È chiaro quindi che anche noi dobbiamo fare un passo avanti: oggi è molto più importante proteggere le persone quando sono in casa, senza dimenticarci ovviamente di quando escono.

Il nostro consiglio è quello di adottare un sistema di sicurezza completo: un sistema antifurto e antintrusione che protegga te, la tua casa e i tuoi cari sia quando non ci sei, sia, soprattutto, quando sei in casa.

Come funziona l’allarme perimetrale antintrusione

Il principio di funzionamento di un allarme perimetrale antintrusione è molto semplice.

Solitamente si tratta di proteggere i punti di accesso in casa (finestre, portefinestre, lucernari Velux, ecc), con un contatto, un tirante tapparella, una barriera o altri prodotti, in base al caso specifico.

E poiché si lavora proprio sugli accessi perimetrali, cioè i punti da cui solitamente si entra, questo sistema prende il nome di allarme perimetrale.

Alcuni esempi di protezione dell’accesso perimetrale sono le barriere a fasci infrarossi oppure i sensori di movimento, altrimenti detti barriere da esterno; in quest’ultimo caso, però, si lavora nel terzo anello concentrico, quello più esterno, che viene chiamato perimetrale esterno.

Quelli più utilizzati sono quelli che si applicano sul serramento.

In buona sostanza, l’antifurto perimetrale ha proprio la funzione di segnalare e impedire l’intrusione di ladri all’interno dello spazio domestico.

Forse a questo punto ti starai chiedendo: “Se il sistema antintrusione è sempre attivo, anche quando sono in casa, vuol dire che non sarò libero di muovermi?”

La domanda è lecita e la risposta è molto semplice: i sensori di movimento interni alla casa ci sono sempre. Non più uno per stanza ma solo in alcune zone dette “trappola”, punti che vengono considerati più a rischio e strategici. Una volta installati, la particolarità sta nel creare diversi programmi di inserimento: quando sei in casa sono disattivati alcuni sensori che si attivano, invece, quando esci.

In questo modo, tu e la tua famiglia sarete liberi di muovervi liberamente in casa, ma se qualcuno tenterà di penetrare da un punto di accesso il sistema lo rileverà e scatterà l’allarme.

Il sistema di antintrusione segnala il pericolo sia ai proprietari di casa, sia, eventualmente, alle forze dell’ordine o ad una televigilanza, la quale invia una tempestiva segnalazione alle guardie giurate che potranno intervenire in brevissimo tempo.

Vantaggi del sistema antintrusione

Quali sono i principali vantaggi del sistema antintrusione? Riassumiamone alcuni:

  • la tranquillità tua e della tua famiglia sia quando siete in casa, sia quando non ci siete, per brevi periodi o per lunghe vacanze;
  • sfrutta una serie di elementi per proteggerti che non possono essere manomessi;
  • può essere installato anche in presenza di animali domestici, perché può essere attivato anche solo parzialmente. Se, ad esempio, hai la necessità di far uscire il tuo cane in giardino, potrai disattivare l’antifurto perimetrale solo per quell’area, mantenendolo attivo, ad esempio, sui balconi. Inoltre, è possibile il riconoscimento del passaggio di un animale domestico rispetto ad una persona, attivandosi di fatto solo quando necessario.

Insomma, ti ho parlato dei sistemi antintrusione proprio perché tu possa non sottovalutarne l’importanza e spero davvero tu abbia voglia di approfondire il discorso sui sistemi di allarme perimetrale.

A presto,
Claudio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *