Sistema di antintrusione con funzionalità di antifurto: ecco perché sceglierlo!

0

Antifurto o antintrusione? Sicuramente nella ricerca del dispositivo migliore per proteggere la tua casa e la tua famiglia ti sarai imbattuto in questi termini. Voglio aiutarti a fare un po’ di chiarezza e soprattutto smentire quello che ti hanno sempre detto finora, cioè che si tratta di due sistemi di allarme diversi tra loro.

Non è proprio così o almeno non è del tutto vero.

Ti dico subito cosa vogliono dire queste due parole e perché è importante scegliere un sistema di antintrusione supportato da funzionalità di antifurto.

Ormai, infatti, quando parliamo di antifurto, si parla di un sistema che incorpori entrambe le protezioni (antifurto, antintrusione). Un po’ come parlare di telefono cellulare. Ormai tutti intendiamo lo smartphone, anche se per il triplo del tempo i telefoni portatili sono stati solo telefoni, solo negli ultimi 10 anni abbiamo scoperto i vantaggi di un dispositivo integrato e dalle mille funzionalità.



Ormai, infatti, quando parliamo di antifurto, si parla di un sistema che incorpori entrambe le protezioni (antifurto, antintrusione). Un po’ come parlare di telefono cellulare. Ormai tutti intendiamo lo smartphone, anche se per il triplo del tempo i telefoni portatili sono stati solo telefoni, solo negli ultimi 10 anni abbiamo scoperto i vantaggi di un dispositivo integrato e dalle mille funzionalità.

Cos’è un sistema antintrusione?

Per antintrusione si intende un sistema che evita l’intrusione e viene generalmente installato per stare tranquilli quando si è in casa. Installare un impianto antintrusione significa proteggerti quando sei in casa, andando a rendere sicuri tutti i punti di accesso all’abitazione dall’esterno: porte, finestre, portefinestra, velux, porte da garage, ecc.

Come puoi farlo? Ci sono diversi modi per proteggere uno di questi punti di accesso ed è importantissimo capire che non esiste una scelta che sia sempre la migliore, la scelta corretta è sempre fatta in base alla situazione e a come abiti la casa.

I principali sistemi antintrusione per la protezione delle persone quando abitano la casa sono:

  1. Puntiforme sul serramento interno (finestra, portafinestra);
  2. Puntiforme sul serramento esterno (tapparella, scuro);
  3. Copertura completa con barriera a più punti esterna al serramento (Tutta la superficie del serramento);
  4. Copertura del perimetro esterno della casa (sensoristica a muro, su palo o interrata).

Nel primo caso generalmente si lavora all’interno del serramento stesso, sia esso una finestra o una porta, andando ad installare, in modo da renderlo invisibile una volta chiuso il serramento, un contatto magnetico, ovvero un piccolo prodotto che lavora controllando che il serramento sia chiuso e non venga forzato dall’esterno. Con l’accortezza di utilizzare un contatto anti-mascheramento per evitare gli attacchi con magnete (per sapere cos’è, leggi questo articolo …link articolo precedente…)

I vantaggi? Sicuramente una protezione di giorno e di notte, senza l’obbligo di dover tenere alcun accorgimento particolare, se non chiudere le porte e le finestre.

Nel secondo caso, proteggere il serramento esterno, ad esempio, migliora ancora di più il livello di sicurezza perché si riesce ad intervenire ancora prima nel rilevamento di un tentativo di intrusione con tutta una serie di vantaggi.

Nell’ultima ipotesi la barriera esterna ti permette di sentirti in una botte di ferro, senza preoccuparti di dover chiudere le finestre o abbassare le tapparelle. Hai presente i cancelli automatici, quelli che puoi azionare con un telecomando per aprirli grazie ad un motore che li muove? Bene, la barriera può essere paragonata alle fotocellule di un cancello automatico, ma con una protezione a più punti per andare a coprire tutta la porta/finestra. Non appena attivato l’impianto infatti, qualunque cosa o persona si trovasse a passare in mezzo ad essa, la barriera farà scattare l’allarme, proteggendo al massimo gli ambienti da qualsiasi tentativo anche solo di avvicinarsi ai serramenti.

Antifurto e antintrusione: la combinazione perfetta!

Bene, hai visto come proteggere la casa quando sei all’interno. Quella di cui ti ho appena parlato è la parte antintrusione del sistema Ninjalarm, che ha anche le funzionalità di antifurto.

Per sistema antifurto, infatti, si intende un sistema che evita il furto e che viene generalmente inserito quando sei fuori casa.  

Quando non sei in casa, dobbiamo pensare a proteggere l’abitazione con un sistema che rilevi qualsiasi movimento inatteso negli ambienti. Questo si ottiene utilizzando dei sensori di movimento generalmente chiamati volumetrici che, grazie alla combinazione di alcune tecnologie, ti avvertono della presenza di intrusi in casa.

Una volta gli impianti antifurto tradizionali prevedevano l’uso esclusivo di questo genere di sensori in ogni stanza della casa. Oggi, grazie alla protezione antintrusione che viene fatta, si può limitare il numero di sensori volumetrici che devono essere messi specificamente in alcuni ambienti: stanze ad alto valore (alto rischio) e stanze di gran passaggio, che vengono definite “zone trappola”.

Ma perché, se ho l’antintrusione dovrei avere l’antifurto? Non è un doppione?

No, ma andiamo con ordine.

In primis i sensori interni fungono da seconda barriera di sicurezza, per scongiurare che vi possa essere un ingresso da una parte non completamente protetta della casa, o dalla forzatura di un muro (lo so, sembra assurdo, ma succedono anche queste cose), o per evitare che il possibile, anche se remoto, guasto di un contatto o di una barriera ci precluda di poter sventare il tentativo di furto una volta entrati i ladri.

Seconda cosa, a voler fare le cose per bene, la normativa vigente prevede che essi siano inseriti in molti contesti, in base alla tipologia di rischio.

Non avendo un costo così elevato resta, in ultima analisi, anche una componente di buon senso, fondamentale per raggiungere il livello di protezione desiderato.

Suppongo vorresti che non vi sia (oltre che il furto) nemmeno l’intrusione anche quando sei via, oppure vuoi evitare comunque furto e/o aggressione quando sei in casa. Come fare? Installando un sistema di antintrusione con funzionalità di antifurto.

Ti ho incuriosito? Allora non aspettare ancora a chiamarmi per una consulenza gratuita per rendere la tua casa sicura e protetta!

Ti aspetto,
Claudio

Torna alla Home