Antifurto collegato alla vigilanza: ecco come funziona!

0

Per una maggiore sicurezza domestica è possibile aggiungere al tuo sistema di allarme il collegamento con un istituto di vigilanza.

Devi proprio ammetterlo, la casa è il bene più prezioso che hai. Qui ti senti completamente a tuo agio, ecco perché è importante proteggerlo e mettere in sicurezza la tua famiglia. Come? Installando un buon sistema di antifurto. Fin qui tutto bene, ma se volessimo adottare un livello di sicurezza ancora maggiore?

È possibile collegare il proprio impianto di allarme alle Forze dell’Ordine.

Lo sapevi già? La cosa non è molto pubblicizzata, ma è comunque uno strumento in più di salvaguardia e controllo a cui si possono affidare i cittadini che possiedono un impianto di allarme. Il primo step, una volta installato il sistema di antifurto e dopo un periodo di rodaggio, è dunque rappresentato dal collegamento con il 112. È un servizio gratuito delle forze dell’ordine e basta un semplice modulo compilato per poter inserire il 112 all’interno dei numeri da chiamare in caso di allarme.

Non mi credi? Clicca qui per scaricare il modulo dal sito dei carabinieri.

Importante da ricordare è di non confondere il servizio delle Forze dell’Ordine con una Vigilanza privata. Carabinieri o Polizia non potranno avere le chiavi di casa vostra per controllare effettivamente l’accaduto, servizio che invece, viene svolto dalle società di vigilanza privata. Stesso discorso è valido per le tempistiche di intervento. Se attivate un servizio di vigilanza privata potrete contrattualizzare e stabilire l’intervento con priorità massima.

Già solo il pensiero di essere direttamente collegato con un centro operativo di vigilanza ti fa stare ancora più sicuro? Vediamo come con Ninjalarm puoi sfruttare questo servizio.

Sistema di allarme vigilanza operativa con Ninjalarm: consigli per l’uso

Un sistema di sicurezza Ninjalarm è collegato alla centrale operativa di teleassistenza dalla quale dei tecnici specializzati monitorano il buono stato di funzionamento ed eseguono operazioni correttive o di modifica alla programmazione in caso di guasto o necessità.

Questo viene fatto per ogni sistema di nuova installazione e i servizi vengono erogati gratuitamente per il primo anno dal collaudo.

Ogni sistema, inoltre, può essere collegato ad uno o più istituti di vigilanza per garantire livelli di protezione sempre più elevati.

Quali sistemi di protezione extra ti permette di sfruttare un sistema Ninjalarm per essere ancora più sicuro?

Ecco, oltre ai servizi che eroghiamo direttamente, quello che voglio farti considerare:

  • Il primo consiglio, come già detto in riferimento a tutti i sistemi di allarme, è quello di collegare gratuitamente il sistema di antifurto Ninjalarm direttamente al 112
  • Una seconda opzione potrebbe essere quella di collegare Ninjalarm ad un istituto di vigilanza privata. in questo caso, degli operatori dedicati monitoreranno il sistema in questione H24, grazie alla turnazione, seguendo le normative specifiche dei centri di televigilanza.  In caso di allarme, si può andare dalla verifica delle telecamere e allerta delle forze dell’ordine da remoto, fino all’intervento diretto o alla combinazione delle due, basta stabilire a priori i protocolli di intervento.
  • La terza opzione rende Ninjalarm ancora più vantaggioso. In cosa consiste? Collegando il sistema Ninjalarm ad un istituto di Vigilanza nostro partner, avrai a disposizone del personale ancora più preparato e capace di intervenire più rapidamente. Perché? Perché abbiamo dotato questi istituti di alcune nostre tecnologie, permettendogli di vedere in tempo reale tutte le segnalazioni del tuo sistema di sicurezza sui monitor della loro sala controllo.

Un consiglio: scegli opportunamente il tuo partner di vigilanza e instaura con esso un protocollo di intervento. Immagina di trovarti con il ladro che sta entrando in casa, suona l’allarme e il ladro in questione ti intima di spegnerlo, magari sotto la minaccia di un’arma. A quel punto, arriva la telefonata della vigilanza che dice: “È tutto a posto?”  In questa situazione non è proprio opportuno, non trovi?

Differenza tra teleassistenza, controllo giornaliero e televigilanza

La teleassistenza è l’assistenza da remoto. Grazie a questo servizio non c’è bisogno di aspettare il tecnico per fare modifiche o interventi di assistenza sul sistema di allarme sul posto (es. cambio tempi di ingresso/uscita, cambio di un numero di telefono e altri interventi prettamente software), ma questo può intervenire direttamente da remoto grazie ad un collegamento telefonico o di rete.

In certi casi non è possibile risolvere da remoto (pensa ad un guasto di un pezzo), quindi sarà necessario l’intervento di un tecnico sul posto.

La teleassistenza permette in quel caso, però, di disabilitare quel componente in brevissimo tempo, permettendo al cliente di utilizzare il sistema negli altri punti funzionanti, mentre si attende l’intervento del tecnico, senza che vi siano problemi generati dal componente difettoso.

Il controllo giornaliero dei segnali vitali è, come si intende dal nome, un sistema che, automaticamente, verifica con cadenza giornaliera che l’impianto sia funzionante grazie ad una chiamata di verifica (heartbeat in gergo tecnico moderno) attesa per una determinata ora del giorno.

Se entro 60 minuti questa chiamata non arriva parte una segnalazione di allarme in centrale operativa e dei tecnici verificano il sistema. Questo permette anche all’impianto di comunicare con la centrale ogni qualvolta si riscontri una condizione di guasto/malfunzionamento, mettendo in allerta i tecnici.

La televigilanza invece, come abbiamo già detto prima, prevede un servizio molto più ampio e costoso. In questo caso, il sistema di allarme viene collegato con una centrale di ricezione allarmi certificata a norma, nella quale vi sono sempre degli addetti, con gestione a turni per tutte le 24H del giorno, tutti i giorni, feste comprese.

Come avrai capito, Ninjalarm ti solleva da ansie e preoccupazioni varie, tenendo sempre sotto controllo il buon funzionamento del tuo sistema di allarme. Ora non ti resta che chiamarmi per una consulenza! Non vedo l’ora di prendermi cura della tua sicurezza, e rispondere ad eventuali dubbi.

A presto,
Claudio.